Malattie dei pesci causate dai funghi.

Bloccato
Avatar utente

Topic author
Anna Congera
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Livello 8
Livello 8
Messaggi: 832
Iscritto il: 4 marzo 2017, 23:36
Tipo di acquario: Dolce
Litri: 40
Biotopo: Sud/Est Asiatico
Numero di vasche: 1
Illuminazione: cfl 4x13w 6500k
Filtro: Interno Askoll
Fondo, rocce e legni: Manado + Aquabasis plus, rocce e legni
Valori: pH 6.8
KH 6
GH 8
NO2- 0
NO3- 15
Fauna: In attesa
Flora: Rotala rotundifolia
Microsorum trident
Eleocharis parvula
Eleocharis acicularis
Cardamine lyrata
Hydrocotyle tripartita
Cryptocoryne Petchii Pink
Pogostemon Helferi
Rotala macrandra
Età: 44

Malattie dei pesci causate dai funghi.

Messaggio da Anna Congera » 16 marzo 2017, 14:07

Malattie dei pesci causate dai funghi.

Le malattie dei pesci causate dai funghi sono parte integrate del sistema acquario, utili alleati dei batteri decompositori delle sostanze organiche delle nostre vasche ed a queste direttamente collegate. Quante volte ad avviamento vasca avrete trovato dei legni ricoperti di un materiale biancastro cotonoso, ecco, questa è la prima manifestazione dei funghi nel nostro acquario, ma non è che siano così scontati, ancora infatti non vi sono le giuste quantità di batteri buoni per poter entrare in competizione con loro.

Trovano terreno fertile nella mucosa danneggiata del pesce, che sia questa dovuta a ferite da lotta, da sfregamento, da parassiti esterni o da ulcere di origine batterica, ma quando ci troviamo in un ambiente particolarmente carente a livello igienico, il loro eccessivo sviluppo li rende capaci di intaccare anche le normali aperture naturali del pesce, quali bocca o branchia.

A questa tipologia fungina è associata la corrosione delle branchie, causata da funghi del genere Branchiomyces, più pericolosa in quanto ostacola la normale ossigenazione del sangue. Esistono rare specie di funghi, Ichthyosporidium, che possono intaccare gli organi interni, e che non presentano sintomi esterni fin quando ormai la situazione è irrecuperabile, portando alla morte l'esemplare colpito senza che se ne possa preventivamente rilevare la causa.

Salmone con grave attacco micotico.PNG
Salmone con grave attacco micotico

Malattie dei pesci: MICOSI ESTERNE
Le micosi esterne sono causate dai funghi del genere Saprolegnia, Dictyuchus e Achlya. L'estensione della micosi determina la gravità della stessa, quindi è bene intervenire subito.

Sintomi: Si presentano come filamenti o batuffoli cotonosi bianco/grigi che attaccano la mucosa, le branchie e/o le pinne del pesce, difficilmente penetrano in profondità intaccando il muscolo.

Trattamenti: Controllare i parametri chimici dell'acqua e filtro, oltre ad un cambio d'acqua per ristabilire i valori corretti e debellare l'eventuale causa primaria se ad essi imputabile.

In caso di attacchi lievi:

• Sale
• Ectopur della Sera
• Blu di Metilene

In caso di attacchi gravi:

• Dessamor dell\'Aquarium Munster
• Mycowert della Sera
• Omnipur della Sera
• General Tonic della Tetra

Saprolegnia.PNG
Saprolegnia a l microscopio

Malattie dei pesci: Corrosione delle branchie
La corrosione delle branchie è provocata dai funghi del genere <em>Branchiomyces sanguinis</em> e <em>demigrans</em>. Si localizzano all'interno dell'opercolo branchiale nel caso di acque altamente inquinate tanto da impedire ai filtri branchiali di trattenerli, provocando la marcescenza del tessuto connettivo branchiale con conseguente germinazione batterica e disgregazione delle branchie, inoltre le spore passano attraverso i vasi sanguigni ostruendo l\'ossigenazione del sangue e provocando carenze respiratorie.

Sintomi: Apatia, assenza di risposta a stimoli esterni, tendenza a stare verso la superficie vicino alla uscita del filtro senza tuttavia cercare aria (bradipnea), branchie dapprima striate di rosso, man mano che la marcescenza va avanti diventano grigie, in fase avanzata tendenza a stare nascosti sul fondo, inappetenza.

Trattamenti: Controllare i parametri chimici dell\'acqua e filtro, oltre ad un cambio d'acqua per ristabilire i valori corretti e debellare l'eventuale causa primaria se ad essi imputabile.

In caso di attacchi lievi:
Sale

In caso di attacchi gravi:
Solfato di Rame
Mycopur della Sera abbinato ad Ectopur


Malattie dei pesci: Ichtyosphoridium
L'Ichtyosphoridium è provocata dai funghi del genere Ichthyosporidium hoferi. Hanno un ciclo indiretto, ovvero hanno bisogno di un ospite intermedio per poter parassitare il pesce, da qui la sua propagazione che parte dall'organo gastro intestinale. Sua caratteristica è di intaccare esclusivamente organi e tessuto connettivo interni al pesce, per questo motivo è difficilmente diagnosticabile se non post mortem tramite sezionamento dello stesso, in questo caso saranno ben visibili vari noduli ocra in prossimità degli organi colpiti.

La sintomatologia è molto simile a quella della Tubercolosi, i segni del patogeno sono evidenti quando il tessuto sottocutaneo è ormai distrutto provocando ulcere esterne.

Sintomi: Alternanza di movimenti concitati con lunghi stazionamenti nel fondo in posizione sdraiata, tremori, difficoltà di assetto, possibile disgregazione dell'occhio dall'interno, gonfiore e inappetenza, allo stadio finale ulcerazioni e conseguente disgregazione delle squame, pelle e pinne.

Trattamenti: Incurabile.
Controllare i parametri chimico/fisici dell'acqua e filtro, oltre ad un cambio d'acqua per ristabilire i valori corretti e debellare l'eventuale causa primaria se ad essi imputabile. Fare attenzione al cibo vivo, Tubiflex in primis, generalmente portatori del patogeno.


©Copyright 2017 Autore Anna Congera - 20 aprile 2017 - ©Copyright 2017 Acquariodolce.it
Termini e Regolamentazione del Copyright
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Bloccato

Torna a “Articoli malattie pesci”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti